Spaleresti mai la neve davanti casa con una palettina per bambini?

Condividi

Spalare la neve come bambinoIn questo periodo di neve e gelo ho visto tantissime persone che si sono trovate a spalare la neve difronte a casa. Tutte le persone avevano la loro bella pala da neve. Così mi sono trovato a immaginare queste persone a spalare la neve con una paletta per bambini…

UNA FOLLIA!!!

Eppure è quello che stanno facendo tante aziende di servizi per la raccolta di rifiuti in giro per l’Italia. Stanno cercando di fare un lavoro senza le giuste attrezzature. Spendendo soldi inutilmente e sprecando tempo in maniera consistente.

La produzione dei rifiuti è cambiata, l’arrivo della raccolta differenziata ha portato un aumento dei rifiuti organici. Cosa vuol dire questo?

  • Rifiuto più liquido
  • Rifiuto più pesante

Senza scendere nei particolari questo significa che per la raccolta DEVE USARE un costipatore a vasca molto capiente.

Perché?

Semplice. I compattatori a carico posteriore sono pessimi per la raccolta dell’umido e del vetro.

  • Rifiuti incastrati ovunque nelle guide.
  • Vetro che mangia le guide del piatto di espulsione.
  • Compattazione troppo potente che porta ad una “spremuta di rifiuti” o a frantumare ancora di più il vetro.
  • Pochissima o nessuna tenuta stagna.

Diciamoci la verità però, molte aziende non hanno la possibilità di acquistare un mezzo per ogni tipologia di rifiuto. Servirebbe un mezzo che possa coprire tutte le necessità di raccolta. Ma, se il compattatore a carico posteriore non va bene per umido e vetro, il costipatore non è il massimo per la carta e la plastica.

Bisognava trovare una soluzione che si adattasse alle nuove esigenze; così ci siamo messi al lavoro.

La nostra esperienza di oltre 40 anni nella categoria dei veicoli satellite (quindi vasche ribaltabili e costipatori a vasca) di cui siamo stati gli ideatori, ci hanno subito spinto verso la soluzione più ovvia.

Lavorare su un costipatore a vasca e fare in modo che avesse tutte caratteristiche necessarie per fare il lavoro di un compattatore a carico posteriore.

Ecco quindi che è nato R300, un costipatore da 10 metri cubi, ideale per la raccolta differenziata perché unisce le caratteristiche di una vasca e quelle di un compattatore a carico posteriore.

Abbiamo infatti aumentato le dimensioni della pala di costipazione e le potenze della stessa per dare un rapporto di compattazione molto alto (4,5:1). Inoltre abbiamo aggiunto un innovativo sistema di scarico che prevede una seconda pala nella parte dietro del carrello che, in fase di scarico della vasca, aiuta la fuoriuscita del rifiuto; senza il problema di avere i rifiuti incastrati nelle guide, perché sono esterne. (fig.1)

R300 Pala di scarico su costipatore

Ma non potevamo fermarci qui. Infatti i volumi che si fanno oggi con la raccolta sono veramente grandi, così come i pesi. Bisognava quindi dimensionare tutta la struttura in maniera adeguata. NON BASTAVA semplicemente aumentare le dimensioni della vasca.

Le cose che abbiamo fatto sono state:

  • Potenziare l’impianto idraulico
  • Adeguare le forze di compattazione
  • Rinforzare la vasca
  • Rinforzare il telaio e i supporti al veicolo

Altra cosa che abbiamo pensato è quella di allontanare il punto di scarico dei rifiuti durante il ribaltamento della vasca. Questo per due motivi.

Primo, evitare che il materiale scaricato, ora molto più liquido, andasse a rovesciarsi sul sistema voltacassonetti. Secondo per rendere più agevolare agli operatori la fase di accoppiamento.

Ideando il nuovo sistema di incernierameno, il punto di scarico della vasca viene portato più lontano rispetto alla struttura. (fig. 2)

R300 Rossi con incernieramento nuovo

Guardando l’immagine potresti pensare che questa soluzione comporti una strana distribuzione dei pesi in fase di scarico, spostando il baricentro fuori dal veicolo. Non preoccuparti, i nostri progettisti hanno studiato a fondo la soluzione e trovato la migliore distribuzione di pesi per fare in modo di avere il baricentro sempre all’interno del veicolo.

In ultimo, ma non meno importante, abbiamo dedicato moltissimi sforzi per innalzare il grado sicurezza. Abbiamo fatto uno studio meticoloso e puntiglioso della direttiva macchine 2006/42/CE e abbiamo voluto metterci un passo avanti. Ci siamo affidati ad un ente certificatore esterno che ci ha allineati ai parametri di sicurezza francesi, che ad oggi sono i più alti d’Europa. Ne è venuto fuori un veicolo che può vantare i più precisi ed efficienti sistemi per quanto riguarda la sicurezza per gli operatori.

Ricapitolando, ecco i vantaggi che puoi avere con R300:

  • Un mezzo versatile per tutte le tipologie di rifiuto
  • Grande capacità di carico
  • Grande forza di compattazione
  • Mai più problemi di scarico
  • Mai più rifiuti incastrati
  • Scarico più lontano dalla struttura
  • Comandi molto più semplici
  • Un mezzo che rispetta i più severi standard di sicurezza europei

Vai subito alla pagina blog.rossioleodinamica.com/r300 e guarda la proposta che ho riservato per te.

Let’s Rock

Andrea Rossi

Andrea Rossi

Andrea Rossi

Responsabile Marketing at Rossi Oleodinamica S.r.l.
Perito meccanico e appassionato di comunicazione e marketing. Sono nel settore metalmeccanico da circa vent'anni. Anche se per otto ho navigato per altre acque. Sono rientrato con una visione nuova di questo settore e voglio aiutarti a fare le scelte migliori per i tuoi acquisti, dandoti informazioni utili che possano aiutarti a far crescere il tuo business.
________________________________________________________________________
Mechanic expert and student of communication and marketing. I've worked in the mechanical sector for around twenty years. Even if for eight of them I've been looking for new pastures. I'm back with a new vision for this sector, and I want to help you to make better decisions for your purchases by giving you useful information that can help you grow your business. How to collect a complicated but valuable form of waste. How to collect a complicated but valuable form of waste.
Andrea Rossi
Condividi

Lascia un commento